Al momento stai visualizzando Manutenzione giardini: tutto quello che devi sapere

Manutenzione giardini: tutto quello che devi sapere

Manutenzione giardini: tutto quello che devi sapere

La manutenzione dei giardini non è un’attività semplice e richiede tempo, competenza e attenzione. Infatti, chi possiede un giardino sa bene quanto sia importante e gratificante prendersene cura. Un’area verde ben curata e in ordine è una fonte di benessere, bellezza e relax per chi la vive.

In questo articolo ti spiegheremo come fare la manutenzione dei giardini nel modo migliore, quali sono i lavori da svolgere in base alla stagione, quanto costa affidarsi a un professionista e quali sono le detrazioni fiscali previste per chi si occupa del verde.

Cos’è la manutenzione dei giardini?

manutenzione giardini detrazione La manutenzione dei giardini è l’insieme delle operazioni che si effettuano periodicamente per conservare lo stato di salute, la forma e l’aspetto del proprio spazio verde. Può essere di due tipi: ordinaria o straordinaria.

Cosa si intende per manutenzione ordinaria di un giardino? Comprende le attività più frequenti e semplici, come:

  • taglio dell’erba;
  • eliminazione delle erbe infestanti;
  • potatura di ogni pianta, arbusti e siepi;
  • concimazione del terreno;
  • controllo e la regolazione dell’irrigazione;
  • pulizia e lo spazzamento di pavimenti, viali e altri elementi;
  • raccolta e lo smaltimento delle foglie e degli scarti vegetali.

La manutenzione straordinaria comprende invece le attività più complesse e occasionali, come:

  • rigenerazione del prato;
  • abbattimento o la piantumazione di alberi;
  • potatura di precisione o di sicurezza di alberi di grandi dimensioni;
  • progettazione o la sostituzione degli impianti di irrigazione;
  • realizzazione o il restauro di elementi architettonici o decorativi (fontane, laghetti, pergolati, etc.);
  • risoluzione di problemi come attacchi dei parassiti.

Queste attività possono essere svolte in modo autonomo o affidate a un professionista del settore. La scelta dipende dalle proprie capacità, dal tempo a disposizione, dalla dimensione e dalla complessità del giardino.

Perché è importante fare la manutenzione dei giardini?

Fare la manutenzione dei giardini è importante per diversi motivi:

  • Per conservare il valore estetico e funzionale del proprio spazio verde;
  • Per garantire il benessere delle piante e degli altri esseri viventi che abitano il giardino;
  • Per rispettare l’ambiente e il territorio;
  • Per usufruire di vantaggi fiscali. Chi si occupa della manutenzione dei giardini può beneficiare di alcune agevolazioni previste dalla legge, come descritto più avanti nell’articolo.

Come fare la manutenzione dei giardini?

manutenzione parchi e giardini Questa attività richiede una certa pianificazione e organizzazione. In generale, si possono seguire alcune linee guida per fare la manutenzione dei giardini nel modo migliore:

  • Seguire un calendario delle attività da svolgere durante l’anno. Ad esempio, si può stabilire una frequenza settimanale o quindicinale per il taglio dell’erba, una frequenza mensile o bimestrale per la concimazione del terreno, una frequenza semestrale o annuale per la potatura degli alberi;
  • Usare gli attrezzi e i prodotti adatti per ogni intervento;
  • Rispettare le normative vigenti in materia di sicurezza, igiene e tutela ambientale. Ad esempio, si deve indossare l’abbigliamento e le protezioni personali adeguati per ogni lavoro, si deve smaltire correttamente i rifiuti vegetali prodotti (compostaggio domestico o conferimento in appositi centri), si deve evitare l’inquinamento acustico ed atmosferico.

Quali sono i lavori da svolgere in base alla stagione?

Ogni periodo dell’anno ha le sue caratteristiche climatiche e vegetative che influenzano le esigenze delle piante e gli interventi da effettuare. Vediamo quali sono le regole da seguire in base alla stagione:

Manutenzione dei giardini in primavera

Con l’arrivo della primavera bisogna eliminare manualmente le erbacce che infestano il terreno, potare le piante per rimuovere le parti danneggiate e stimolare la produzione di fiori, pulire il giardino dal muschio che impedisce la respirazione delle piante, spostare i mobili da giardino all’esterno dopo averli ripuliti e riparati, regolare l’irrigazione in base al clima e alle esigenze delle piante.

Manutenzione dei giardini in estate

La manutenzione del proprio giardino nei mesi caldi richiede di tagliare l’erba con una certa frequenza ma senza esagerare, di innaffiare piante e fiori in base alle loro necessità e al clima, di concimare il terreno con prodotti naturali o organici, di eliminare le erbe infestanti che possono danneggiare le piante coltivate, di potare le piante per mantenerle in forma e favorire la fioritura e la fruttificazione, di proteggere quelle più sensibili dal calore eccessivo e dalle malattie con delle coperture o dei rimedi naturali.

Manutenzione dei giardini in autunno

L’autunno richiede di pulire il giardino dalle foglie cadute dagli alberi, che possono causare problemi al terreno e alle piante, di arieggiare il prato per migliorare la circolazione dell’aria e dell’acqua nel suolo, di seminare o rinnovare il prato per ripristinare le zone danneggiate o creare nuovi spazi verdi, di piantare nuove piante a bulbo o a radice nuda, che regaleranno fiori colorati in primavera o in estate, di proteggere le piante più delicate dal freddo con delle coperture o dei vasi mobili.

Manutenzione dei giardini in inverno

La corretta manutenzione del verde in inverno richiede di irrigare il giardino solo quando il terreno è asciutto e nelle ore più calde della giornata, per evitare il ristagno e il gelo dell’acqua, di concimare il terreno con prodotti specifici che rilasciano i nutrienti lentamente e che preparano il suolo alla ripresa primaverile, di potare gli alberi da frutto per eliminare i rami inutili o dannosi e per favorire la qualità dei frutti, di pulire il giardino dai residui vegetali e dai rifiuti che si possono accumulare durante l’inverno e che possono creare problemi alle piante.

Quanto costa la manutenzione di un giardino?

manutenzione straordinaria giardini Il costo è variabile a seconda della dimensione del giardino e del manto erboso stesso, a seconda della tipologia degli interventi da effettuare, della loro frequenza e della professionalità del giardiniere scelto.

In linea generale, è possibile calcolare un costo medio orario tra i 25 e i 35 euro per la manutenzione ordinaria del giardino (che comprende il taglio dell’erba, la potatura delle piante e la pulizia), mentre il costo per la manutenzione straordinaria del verde (che include la rimozione o la piantumazione di alberi, la rigenerazione del prato e la progettazione o la sostituzione degli impianti di irrigazione) può variare da 70 a 600 euro.

Chi deve pagare la manutenzione del giardino?

La manutenzione del giardino è a carico del proprietario o dell’affittuario del giardino stesso. Nel caso in cui il giardino sia parte integrante dell’abitazione principale o secondaria, il responsabile della cura del verde è chi ne usufruisce direttamente. Nel caso in cui il giardino sia parte comune di un condominio o di una residenza collettiva, il responsabile della manutenzione aree verdi è l’amministratore condominiale o il gestore della residenza.

In entrambi i casi, il costo della manutenzione può essere sostenuto interamente dal responsabile oppure suddiviso tra i vari utenti del giardino. In questo caso, si deve stabilire una quota proporzionale all’utilizzo effettivo dello spazio verde da parte di ciascuno.

Quali sono i vantaggi fiscali per chi si occupa della manutenzione dei giardini?

Chi si occupa della manutenzione dei giardini può beneficiare di alcune agevolazioni fiscali previste dalla legge. Le principali sono:

  • La detrazione Irpef del 36% sulle spese sostenute per interventi di recupero del patrimonio edilizio (che include anche gli interventi sul verde). La detrazione si applica su una spesa massima di 48.000 euro per unità immobiliare e va ripartita in 10 rate annuali. Per usufruire della detrazione bisogna pagare con bonifico bancario o postale che riporti la causale dell’intervento, i dati catastali dell’immobile e il codice fiscale del beneficiario;
  • L’Iva agevolata al 10% per i servizi di giardinaggio prestati da professionisti qualificati. Si applica solo se gli interventi sono finalizzati al recupero edilizio o alla tutela ambientale.

Perché rivolgersi a un giardiniere professionista?

Per curare il tuo giardino in maniera adeguata, affidati a un giardiniere professionista. Potrai beneficiare di un servizio di qualità, risparmiare tempo e denaro e usufruire di detrazioni fiscali per il recupero del verde. Se vuoi occuparti del tuo giardino fai-da-te, devi essere preparato e attrezzato per affrontare sfide di pavimentazione, abbellimento o protezione del verde, altrimenti potresti fare più danni che benefici.